Se vuoi puoi contattarmi anche via mail all'indirizzo fede_mura88@hotmail.it

Chi Sono

Il mio nome è Federico e chi mi conosce mi reputa un tipo po’ rompiscatole e non propriamente socievole. Per quanto queste possano essere due caratteristiche che mi descrivono bene, c’è da dire che ovviamente non sono le sole: generalmente preferisco aiutare piuttosto che essere aiutato, e da qui potrete dedurre che sono un tipo altruista e anche un po’ orgoglioso.
Non ho ereditato la passione per il viaggio da nessuno della mia famiglia, e fino a qualche anno fa non era neppure una cosa che mi interessava, tant’è che il primo viaggio fuori dall’Italia non è stato neppure un’idea mia! Ma il mio interesse per la geografia, già dai tempi della scuola, doveva pur avere un qualche fine. Attraverso la rete ho iniziato ad avvicinarmi al mondo dei viaggi, diventando sempre più curioso nello scoprire luoghi nuovi e nel conoscerli, accrescendo così la voglia di viverli di persona e non solo attraverso uno schermo.

Fino alla soglia dei vent’anni non ho praticamente mai viaggiato, se non per sporadiche visite ai parenti sparsi per l’Italia. In quelle occasioni ho avuto modo di girare diverse città dello stivale e soltanto successivamente, nel 2009, sono espatriato per la prima volta andando a visitare Barcellona con gli allora compagni di classe, esperienza che si è ripetuta un anno e mezzo dopo con gli amici più stretti.

 

Nel 2011 ho poi deciso che prima di iniziare a girare per chissà dove sarebbe stato meglio conoscere la mia capitale, cioè Roma. Nel 2012 è stata la volta di Pisa, una cittadina che al contrario di quello che si possa pensare mi ha lasciato un buonissimo ricordo per svariati motivi.

Nel 2013 c’è stata la prima svolta importante legata alla mia passione per i viaggi: dopo aver fatto un breve viaggio a Milano, ho avuto modo di fare il mio primo viaggio in solitaria e ho scelto come meta la regione dell’Andalusia, per otto giorni di viaggio zaino in spalla tra Cordoba, Ronda, Granada e Siviglia. Proprio da qui partirà questo blog, col racconto di quegli otto giorni da solitario nel mondo, un’esperienza che vale la pena vivere almeno una volta nella vita.

Ho deciso di aprire questo spazio tutto mio per avere la possibilità di raccontare dei miei viaggi e condividere le emozioni e le sensazioni che provo quando visito un nuovo posto.
È anche vero che spesso si tende a visitare il resto del mondo trascurando la propria terra; perché questo non accada, ho inserito una sezione apposita in cui scriverò dei luoghi che visiterò nella mia Sardegna, soprattutto perché credo che sia più semplice scrivere a riguardo, piuttosto che parlarne: in questo modo si riesce ad essere più se stessi, anche se delle volte si può provare vergogna nel rileggersi.
Così come il fatto di andare a correre in un parco non fa di uno un maratoneta, il fatto che abbia deciso di scrivere su un blog non fa di me uno scrittore, un giornalista o cos’altro e neanche mi piacerebbe essere apostrofato come tale. Quello che spero è che tutti quelli che visiteranno questo minuscolo spazio online trovino quel che cercano, che sia la scelta di una meta o un prezioso consiglio di viaggio, oppure l’ispirazione ad interessarsi all’argomento da parte di un non-interessato.
L’unica che cosa posso garantirvi è che prenderò ogni mio viaggio e ne farò un capolavoro.

Federico